One night in hell

one_night

Leggere vocali da mille voci attorno,
giungendo confuse,
confondono.

Dimmi chi sei:
se Medusa, Astarte o Proserpina nera,
e da quale assise infernale vieni.

Voglio esserti essenza, seme di distruzione
da cui fruttificano disprezzo e rancore
che nel trasporto non sono meno di amore.

Vago, smarrito nel sonno,
afferrando il senso di parole perdute.

Torna a me, mio altro io infelice:
dobbiamo ascendere.
Per incontrare Beatrice.

 

testo/text: Gabriele Ferrero
disegni/drawings: Alfonso Cucinelli
Pubblicazione/Publication: Lavirint n. 5/6 (2002)
Computer graphic

Lascia un commento

Your email address will not be published.